Vivere è esserci, consapevolmente. È guardare un luogo e non solo vederlo, è camminare sulle sue strade lasciando un segno e non solo vagare, è essere attori e non solo spettatori, è far accadere cose senza sempre aspettarle. Vivere è festa, musica, eventi, arte, immagine, colore, novità. È fare esperienza, manifestarsi, uscire allo scoperto per farsi conoscere, è mettere sulla piazza le proprie idee e ideali, è incontro di opinioni, è condivisione di saperi, risorse, tipicità. Ma è anche apertura, verso ciò che non ci appartiene ma che ci interessa perché ci stimola, verso modi di pensare, mangiare, creare, fare letteratura o musica lontani nel tempo o nello spazio ma che una piazza, un piatto, un reading, un palco, un libro può rendere vicini. Vivere è cultura, da esperire.

Itinerari